Compra liquido seminale sul web e costringe la figlia di 14 anni a rimanere incinta

Admin 8 luglio 2013 0
  • Views 1589

LONDRA – A 14 anni è stata costretta dalla madre adottiva ad avere un bambino tramite inseminazione artificiale “fai da te” con dello sperma comprato su internet. La storia viene dalla Gran Bretagna, dove la donna è stata condannata a cinque anni di carcere per violenza sui minori.

La vicenda è cominciata nel 2008. La ragazzina allora aveva solo 13 anni e sua madre, che aveva in affidamento anche altri due bambini, non voleva rassegnarsi all’idea di non poter avere più figli dopo il rifiuto del giudice per un altro affidamento. Così la donna ha aspettato che la maggiore delle sue figlie compisse 14 anni per acquistare su Cryos, la più grande banca del seme online con sede in Danimarca, dello sperma e il kit necessario per l’inseminazione artificiale a cui sottoporre la ragazzina.

Ci sono voluti sette tentativi in due anni, tutti praticati dalla stessa 14enne nella solitudine della sua stanza, per rimanere incinta. Il tutto era passato inosservato all’esterno, poiché la donna aveva cresciuto le tre figlie in isolamento: studiavano a casa e le erano totalmente assoggettate. Solo al momento del parto, nel 2011, è diventato impossibile nascondere oltre la situazione. La donna non voleva che la figlia adottiva allattasse al seno, per evitare che si “affezionasse troppo” e ha poi tentato di portare via il bambino dall’ospedale: sono così intervenuti i servizi sociali che hanno scoperto l’agghiacciante verità su quella mamma bambina.

Fonte: Leggo

Leave A Response »

You must be logged in to post a comment.