Pacific Trash Vortex: un’isola fatta di… spazzatura!

Admin 26 agosto 2013 0
  • Views 2044

Esiste da qualche parte, dietro l’Orizzonte, un vero e proprio mare di rifiuti. Isole galleggianti grandi quanto l’intero Stato del Texas composte solo di plastica, o spazzatura.
Ne parla Trashed, documentario della giornalista inglese Candida Brady che con Jeremy Irons ci racconta dove va a finire la nostra immondizia.

Il documentario era stato presentato al Festival di Cannes nel 2012 e ora esce in dvd in Italia. Un racconto iconografico della sorte dei nostri rifiuti, i cui numeri crescono a dismisura.
Ogni anno si butta metà del cibo prodotto, circa 2 miliardi di tonnellate, ma soprattutto si accumulano 1,3 miliardi di tonnellate di rifiuti solidi che equivalgono a circa 1,2 chili per ogni abitante. E nel 2025 si arriverà ai 2,2 miliardi di tonnellate, con la Cina come massimo produttore di spazzatura al mondo.

Il luogo prediletto per depositare rifiuti è il mare, con tutte le conseguenze del caso, dall’avvelenamento delle acque a quello degli animali. E la presenza di queste spaventose e gigantesche isole di spazzatura.
Trashed racconta di un viaggio in Libano, a Saida, dove nella sua spiaggia c’è una discarica alta 14 metri che viene sferzata dalle onde. O la vita a Giacarta, in Indonesia, tra i rifiuti portati a spasso dal fiume Ciliwung mentre le donne lavano i panni nelle sue acque e i bambini giocano tranquillamente nelle coste.

Nell’Oceano Pacifico, tra le Hawaii e la California, c’è il Pacific Trash Vortex, un’isola galleggiante di spazzatura grande quanto il Texas, nata dall’accumulo sfrenato di immondizia e favorita dalle correnti marine che incontrandosi creano una sorta di vortice, questa isola galleggiante sta per essere perlustrata da una squadra guidata dallo scienziato Patrick Deixonne, membro della Società degli esploratori francesi. Come fosse un settimo continente. Ma di spazzatura.

Fonte: Cadoinpiedi.it

Leave A Response »

You must be logged in to post a comment.